Le fasi del sonno

Conosci le fasi del sonno?

Chi come me ha avuto modo di stare a contatto con i bambini avrà notato quante ore di sonno trascorrano nella giornata a differenza di un adulto.

In particolare i neonati dormono dalle 12 alle 18 ore al giorno!

Più i piccoli crescono più diminuiscono il bisogno di dormire e in età adulta (ovvero dai 18 anni in poi) si aggira dalle 7 alle 9 ore di sonno giornaliero.

Naturalmente ci sono anche bambini che non dormono così a lungo e la mia solidarietà va alle mamme di questi cuccioli perché da mamma di tre figli ho potuto sperimentare cosa si prova quando si ha tanto bisogno di dormire e in nessun modo si riesce a far addormentare il proprio piccino.

E’ stato proprio negli anni in cui i miei figli erano piccoli che ho sentito il bisogno di approfondire questo argomento per saperne di più ed imparare a gestire al meglio il fenomeno del sonno, mio e dei miei cuccioli.

Mi ricordo di aver raccolto consigli e informazioni alla pediatra di quegli anni, avevo acquistato libri, ricordo il famoso libro “Fai la nanna” che allora (parlo di circa 20 anni fa) era un manuale molto diffuso tra i genitori. Mi ero poi rivolta a fonti in internet e avevo raccolto informazioni interessanti.

Alcune di queste ad esempio riguardavano il funzionamento del cervello durante il sonno, fu allora che approfondii la conoscenza sulle cosidette “fasi del sonno”.

​​​​​​​

Quali sono le fasi del sonno?

Esistono quattro fasi principali: tre fasi NREM e una fase REM. Iniziano molto leggere (Fase 1) e progrediscono fino ad arrivare ad un sonno profondo (REM).

Fase Non-Rem NREM – (Non-Rapid Eye Movement): occupa il 75%  del sonno totale  e comprende un ciclo di 4 fasi che durano ciascuna dai 5 ai 15 minuti (nella foto è rappresentata dalla fasi 1, 2 e 3) che vanno da un sonno leggero ad un sonno sempre più profondo.

Fase 1 –​ I​​n questo step il corpo inizia a rilassarsi e il sonno diventa leggero.

L’attività delle onde cerebrali inizia a rallentare fino a che il corpo non si addormenta definitivamente. Alcune persone possono avere crampi improvvisi o spasmi muscolari o una sensazione di caduta durante questa fase. Se la persona viene svegliata è molto facile che la memoria a breve termine non venga ricordata. La fase 1, in media, dura circa 10 minuti.

Fase 2 – Inizio del sonno profondo

​​​​​​​La prima fase in cui la persona è completamente addormentata è la fase 2, che si verifica per periodi più lunghi rispetto alla fase 1. Non è facile svegliarsi durante questo periodo poiché tutte le attività funzionali muscolari sono completamente rilassate. La temperatura corporea inizierà a scendere e il battito cardiaco rallenterà.

Le onde cerebrali continueranno a rallentare man mano che ci spostiamo verso la fase 3 e REM. Tuttavia, durante questa fase, si possono presentare attività cerebrali, i cosiddetti “fusi del sonno” che servono ad inibire l’elaborazione di informazioni non necessarie. Dopo che si verifica un fuso, le onde cerebrali rallentano di nuovo. In genere, la fase 2 occupa dal 40 al 60% del tempo di sonno totale.

Fase 3 – Rilassamento e sonno ancora più profondo.

​​​​​​​ Questa è una fase rigenerativa perché viene fatto un lavoro di riparazione dei tessuti e dei muscoli e di rafforzamento delle difese immunitarie.  dura è di solito meno rispetto alla fase 2 (5-15% del sonno totale). I bambini e gli adolescenti trascorrono molto più tempo in questa fase perché durante la giornata bruciano più calorie, inoltre in questo periodo di sonno le loro cellule lavorano nella crescita dell’organismo.​​​​​​​

Le fasi del sonno: la fase REM – (Rapid Eye Movement )

​​​​​​​La fase 4 o REMè quella dei sogni, la più profonda in cui la persona sogna in maniera molto nitida, la muscolatura del corpo è in un certo senso bloccata e c’è un movimento oculare molto rapido, il cervello diventa più attivo, la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna aumentano, come pure la temperatura corporea può aumentare. La prima fase REM dura circa 10 minuti ed inizia circa 90 minuti dopo che avviene l’addormentamento, in questo periodo il cervello elabora ed assimila le informazioni apprese il giorno prima e rafforza la memoria a lungo termine.

Il sonno profondo è fondamentale per la salute e la funzione del cervello e della memoria, pertanto le ricerche dimostrano che in media ogni persona avrebbe bisogno di spendere dal 20 al 25% del proprio sonno nella fase REM.

Le ricerche dimostrano che il bisogno di sonno profondo nei bambini è maggiore rispetto agli adulti perché sono in fase di crescita. in particolare i neonati e i bambini fino ai due anni richiedono almeno 4,5 ore di sonno profondo, quelli un po’ più grandi (dai 2 ai 12 anni) circa 4 ore e gli adolescenti in media 3. Gli adulti sembra richiedano dalle 1,6 alle 2,25 ore di sonno profondo.

le fasi del sonno

Puoi approfondire nella sezione dedicata alle sessioni individuali.

Se non l’hai ancora fatto puoi mettere mi piace e seguirmi anche nella mia pagina Facebook Cambiare sorridendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *